Brid Photography con l'M.Zuiko 100-400mm F5.0-6.3 IS

Come Bird Photographer, ero incuriosito dall’idea di un obiettivo zoom che potesse fornire una portata simile al mio amato obiettivo M.Zuiko 300mm F4.0 IS PRO accoppiato con il moltiplicatore di focale MC-14 1.4X. Quando ho saputo che il nuovo obiettivo aveva anche la stabilizzazione dell'immagine incorporata e poteva essere utilizzato con i due moltiplicatori di focale Olympus, la curiosità si era trasformata in attenzione. La costruzione resistente alle intemperie, oltre alla possibilità di utilizzare le modalità Pro Capture e Focus Stacking, mi aveva entusiasmato molto. E infine, quando mi è stata offerta l'opportunità di testare il nuovo obiettivo 100-400mm F5.0-6.3 IS, ho colto al volo l'occasione.

Sarà all'altezza delle mie aspettative?

steve_ball_-_crocosmia_1_hhhr.jpg

Pioveva costantemente il giorno in cui l'obiettivo è arrivato, ma con la costruzione resistente alle intemperie e i fiori sbocciati del nostro cortile, sono andato comunque a testare l'obiettivo. Le nostre piante di Crocosmia erano in fiore e avevo precedentemente installato uno sfondo nero per fotografare i colibrì quando si nutrono. Quel giorno i colibrì avevano deciso di non collaborare, tuttavia, la capacità di messa a fuoco ravvicinata dell'obiettivo mi ha permesso di trovare la posa perfetta per fotografare i fiori. Utilizzando lunghezze focali più lunghe per riprendere i fiori, è possibile eliminare gran parte del disordine sullo sfondo facendoli risaltare veramente bene.

Come esperimento, ho scattato diverse immagini in modalità ad alta risoluzione utilizzando un treppiede. La pioggia e la leggera brezza hanno reso difficile ottenere i fiori nitidi come volevo a causa del movimento degli stessi. Ho così provato la modalità Hand Held High Resolution e, con mia grande sorpresa, a macchina ferma, mentre il soggetto si muoveva leggermente, la fotocamera è stata in grado di allineare perfettamente gli scatti!

steve_-_waxwing_2_with_2x_converter.jpg

In seguito andai al Billy F. Franks Nisqually National Wildlife Refuge in una calda giornata di sole. I grandi aironi blu erano belli arzilli e le rondini sfrecciavano qua e là. Alla fine del lungomare c'erano diversi nidi di rondine che volevo fotografare. Pur tenendomi a distanza, sono riuscito a ottenere scatti ben composti degli uccellini. Testare l'MC-20 e l'MC-14 si è rivelato super! Nonostante sia necessario aumentare l’ISO quando si usano i moltiplicatori di focale per compensare l’ulteriore perdita di luce, per avere una maggiore portata è un buon compresso. I risultati sono stati comunque molto impressionanti.

nisqually_swallows.jpgduck_1.jpgsteve_-_flower_4.jpg

La tappa successiva fu in due giardini botanici locali per cercare di trovare alcuni uccelli. Dopo aver cercato dei volatili da immortalare, volevo dare un'occhiata molto più da vicino ai fiori. Fotografare i fiori è divertente, ma per me il vero divertimento è riuscire a catturare gli insetti sui fiori! È qui che entrano in gioco le lunghezze focali più lunghe. Mantenendo la distanza e utilizzando l'estremità più lunga dello zoom posso immortalare le api, le farfalle e le piccole creature che vanno e vengono dandoti molte opportunità. Normalmente l’impostazione che uso per fotografare gli uccelli è lasciare l'obiettivo alla massima apertura. Ma per i fiori, mi sono ritrovato a fermare l'obiettivo da F10 a F14 poiché la profondità di campo è ridotta quando si scatta così da vicino. Con una distanza minima di messa a fuoco di 1,3 metri su tutta la gamma di zoom, puoi scattare fino a .57X con un ingrandimento.

dragonfly_1.jpginsect_2.jpgsteve-_bushtit_2_with_2x_converter.jpg

Diversi viaggi nei miei punti caldi di birdwatching locali hanno dato poche opportunità, fortunatamente gli uccelli lì presenti furono cooperativi. I minuscoli codibugnoli americani, che sono sempre una sfida da immortalare, hanno deciso di stare fermi quel tanto che basta per farmi scattare qualche fotogramma. I soliti noti, le anatre e le oche, chiedevano che le foto fossero scattate con il nuovo obiettivo.

_7300866-studio.jpg

Dopo essere rimasto impressionato dall'obiettivo, era arrivato il momento di metterlo davvero alla prova. Per controllare i dettagli delle piume sugli uccelli, ho contattato un falconiere locale per vedere se potevamo riunirci e fotografare i suoi animali. John mi ha permesso di lavorare con lui e i suoi fantastici volatili. Gufi reali euroasiatici, falchi sacri, poiane coclea, falchi pellegrini dal pelo rosso e altro ancora. Un sogno per un Bird photographer. Lavorando in un campo aperto con una buona luce mattutina, gli sfondi sono diventati una sfocatura cremosa mentre i dettagli delle piume erano eccezionali.

eurasian_eagle_owl_1.jpgeurasian_eagle_owl_2.jpg_7300749-studio.jpgsaker_falcon_2.jpgvulture.jpg

Dopo una serie di scatti, sono entusiasta di annunciare che l'obiettivo è molto nitido! I colori e il contrasto sono eccezionalmente buoni e il bokeh è molto uniforme. L'obiettivo è estremamente solido in mano. Come con tutti i super teleobiettivi, è importante una buona tecnica di ripresa. Tenere saldamente la fotocamera e l'obiettivo e utilizzare tecniche di panoramica fluide fa la differenza. L'obiettivo viene fornito con il paraluce Olympus LH-76D e un collare per treppiede rimovibile. L’ho testato in tutti i tipi di condizioni e ne è uscito a pieni voti. Un enorme vantaggio è stata la capacità di messa a fuoco ravvicinata. Mi sono ritrovato a fotografare più fiori e insetti mentre cercavo uccelli, era troppo facile e divertente.

L'obiettivo M.Zuiko 100-400mm F5.0-6.3 IS mi ha conquistato! Ora sarà il mio obiettivo "go to" per fotografare gli uccelli. Se abbinato all'obiettivo M.Zuiko 12-100 mm F4.0 PRO, è la combinazione perfetta per le gite di un giorno. Sarà fantastico portare solo due obiettivi che coprono una gamma di lunghezze focali così ampia e offrono una qualità dell'immagine eccezionale.


Steve Ball è un fotografo residente nel Pacifico nord-occidentale, dove ha trovato il suo amore per la fotografia di uccelli mentre lavorava per Olympus come National Account Executive. Steve fotografa tutti i tipi di uccelli, sia quelli addestrati / istruiti che quelli nel loro ambiente naturale. La fotocamera e l'obiettivo preferiti di Steve con cui scattare sono la OM-D E-M1X e l'M.Zuiko 300mm F4.0 IS PRO.


Fonte: Get Olympus

Tutte le Storie
Confermare l'azione

Sei sicuro di voler eseguire questa azione?

Conferma