Letizia Battaglia | Storie di strada

È in mostra in questi giorni a Palazzo Reale di Milano fino al 19 gennaio 2020, Storie di strada, una raccolta di 300 fotografie della fotografa Letizia Battaglia. Famosa per i suoi scatti che rivelano il contesto sociale e politico dove sono stati realizzati, Letizia è conosciuta soprattutto per aver documentato ciò che la mafia ha rappresentato per la sua città: omicidi, intrighi politici, le lotte identificabili nelle figure di Falcone e Borsellino, ma anche vite dei poveri e rivolte nelle piazze. Tuttavia, la fotografa ha sempre tenuto la città come spazio privilegiato per l’osservazione della realtà, oltre che del suo paesaggio urbano.

La fotografia l'ho vissuta come documento, come interpretazione e come altro ancora [...]. L'ho vissuta come salvezza e come verità

Il percorso espositivo è costituito da ben 300 fotografie e si focalizza su quelle tematiche che danno forma allo stile della fotografa, ovvero una costante e profonda critica sociale, evitando i luoghi comuni e mettendo in discussione i modelli visivi della cultura contemporanea. I ritratti di donne, di uomini o di animali, o di bimbi, sono solo alcuni capitoli che compongono la rassegna; a questi si aggiungono quelli sulle città come Palermo, e quindi sulla politica, sulla vita, sulla morte, sull'amore e due filmati che approfondiscono la sua vicenda umana e artistica.

Quello che ne risulta è il vero ritratto di Letizia Battaglia, una intellettuale controcorrente, ma anche una fotografa poetica e politica, una donna che si è interessata di ciò che la circondava e di quello che, lontano da lei, la incuriosiva.

Fonti: Palazzo Reale Foto: Il Giorno Milano

Tutte le Storie
Confermare l'azione

Sei sicuro di voler eseguire questa azione?

Conferma